3 consigli da parte di Ivan Risti, atleta del team Phelps, per scegliere di nuotare in acque libere. Quale momento migliore se non questo per provare a fare due bracciate al mare o al lago, in attesa della riapertura delle piscine? Vediamo insieme perchè nuotare in mare o in un lago secondo Ivan Risti.

1 – Il mare/acque libere
Il primo motivo è il mare e le acque libere in generale. Quanto è bello il mare o un lago? Pensiamo a quanto fascino ha per tutti noi, a partire soprattutto dalla gioia di un bambino quando vede il mare. Saper nuotare bene è una sorta di privilegio e affrontare il mare o un lago con le proprie forze è una cosa unica. Pensateci e godetevelo.

2 – La dinamicità dell’allenamento
L’allenamento in acque libere, e a maggior ragione in mare, offre una variabilità maggiore che ci permette di incrementare, anche involontariamente, le capacità di nuotare. Dobbiamo affrontare correnti, onde, traiettoria, riferimenti diversi. Normalmente la piscina ci pone in una sorta di “comfort zone” dove la preoccupazione è contare le vasche ed evitare
di scontrarsi con i compagni di corsia. In piscina l’allenamento si struttura per aumentare le variabili, imponendo ritmo, variazioni e ripetute che spesso il mare ci impone da sè. In breve, il mare è un raccoglitore di variabili che ci permettono di rafforzare la nostra capacità natatoria, e l’autostima.

3 – La libertà della bracciata e dello spazio aperto
Oggi, nel pieno di una pandemia a cui nessuno era preparato, parlare di libertà è qualcosa che ci tocca maggiormente.
Nel primo giorno in cui ho potuto indossare nuovamente la muta e buttarmi in acque libere (nel mio caso era un lago) dopo il primo lockdown di marzo/aprile, le prime bracciate furono un momento di goduria assoluta. Un senso di libertà che mi colse improvvisamente, mi resi conto di quanto il nuoto in acque libere desse una sensazione di libertà che si apprezza maggiormente in periodi dove questa è scarsa.

Il Ministro Spadafora ha purtroppo anticipato che con il prossimo DPCM verrà confermata la chiusura delle piscine fino a fine anno.
Quindi se vi manca nuotare e i consigli di Ivan vi hanno incuriosito a provare, ci vediamo durante il weekend per qualche bracciata in acque libere!